WEB MARKETING: LE MIGLIORI STRATEGIE PER AVERE SUCCESSO

web marketing

Nell’ era digitale il web marketing è una professione in costante crescita. Promuovere un’attività d’impresa, e i relativi prodotti e servizi offerti, sfruttando il web come principale mezzo di comunicazione, richiede abilità nel sapersi destreggiare nell’ attuale situazione di mercato. Ma non solo. Il web marketer deve essere in grado soprattutto di saper scegliere le migliori strategie da mettere in campo per monitorare i vari siti e le varie attività di promozione, e per poter cercare di ampliare la cerchia di utenti nell’ area di mercato d’interesse.

Web marketing vs. marketing tradizionale

Ciò che contraddistingue il web marketing dal marketing tradizionale è lo sfruttamento del web a 360 gradi, utilizzando ogni canale e ogni strumento a propria disposizione. Spesso è anche possibile utilizzare entrambe le attività, affiancando al marketing tradizionale gli strumenti del web marketing. Ciò che però avvantaggia il web marketing sono sicuramente i costi ridotti, la facile individuazione della clientela su cui puntare (tenendo conto degli interessi e delle caratteristiche personali) e il conseguimento dei risultati senza costi extra.

Le migliori strategie di business

L’obiettivo del web marketing è incrementare il business di una determinata azienda. Come? Adottando le migliori strategie. Ma come capire se una strategia è davvero la migliore? Ciò su cui occorre puntare è la ricerca delle giuste strategie, vale a dire quelle che siano in grado di garantire un’efficace comunicazione, che sappiano far acquisire fiducia da parte dell’utenza e quelle che sappiano arrivare ai bisogni e alle preferenze di mercato. Non esistono dunque strategie universalmente migliori, ma strategie adatte al caso singolo d’impresa.

Una volta capito ciò possiamo ora concentrarci sull’ elenco di strategie che possono aiutare ad arrivare al successo, scegliendo quelle che maggiormente si adattano al caso concreto. Rivelandosi in tal senso migliori per quel determinato business.

L’importanza del sito web

Per prima cosa, il web marketer deve saper dare a un’azienda la migliore immagine. E il sito web rappresenta in tal senso proprio un biglietto da visita. Il design del sito deve essere curato nei dettagli, e i contenuti devono essere precisi e di qualità, puntando alla massima indicizzazione nei motori di ricerca secondo l’ottica SEO. Inoltre il sito deve essere realizzato anche per poter avere una visione mobile, sempre per il concetto di poter raggiungere un’utenza più ampia. Utile potrebbe anche essere la presenza di un forum e di una chat per poter avere un contatto diretto coi clienti, sia abituali che potenziali. E perché non aggiungere anche contenuti video interattivi? Anche questo può essere un modo innovativo per coinvolgere il “pubblico”. Dunque un sito web ottimizzato sotto più punti di vista rappresenta già una valida iniziale strategia.

I social network e il blogging

Anche i social network assumono importanza quando si tratta di promuovere una certa attività d’impresa. La condivisione sui social è infatti la miglior vetrina oltre che il miglior passaparola. Strategico può essere inoltre anche la creazione di una pagina aziendale volta a pubblicizzare i prodotti e i servizi offerti. Ci si può avvalere tra l’altro di Facebook ADS proprio per organizzarne la pubblicità.

Da non trascurare poi è l’attività di blogging. Creare un blog aziendale può essere un’ottima strategia per portare numerose visite al sito web d’interesse, in modo da far conoscere maggiormente il proprio brand, descrivendone le caratteristiche e mostrandone le immagini. In questo modo, chiunque ci si imbatta, potrebbe essere propenso ad acquistare uno di quei prodotti.

La landing page e la newsletter

Un ruolo importante è svolto anche dalla landing page (la cosiddetta “pagina di atterraggio”). Senza di essa, il blog aziendale e l’ottimizzazione SEO sarebbero inutili. Invece la creazione di una landing page aiuta a trasformare e convertire le visite in papabili clienti. La landing page deve dunque essere presentata come la soluzione ad un’esigenza, con un titolo breve e diretto a quel determinato prodotto o servizio.

Un’altra strategia da attuare è anche dotare il sito web di una newsletter. Chiunque vi si iscriva riceverà periodicamente informazioni sui vari prodotti.

Il remarketing

Una strategia diffusa, e messa in atto soprattutto laddove si operi nell’e-commerce, è quella del remarketing. Non consiste in altro che nel ripresentare come annuncio pubblicitario una scheda prodotto già vista.

Il ruolo dell’influencer

Sicuramente avrete già sentito parlare della figura dell’ influencer. Nel web marketing può ricoprire un ruolo fondamentale. Sfruttare infatti un influencer significa poter contare su una risorsa aggiuntiva di promozione del proprio marchio e di conseguenza della propria azienda. L’ influencer cercherà di mettere in risalto il brand portando agli specifici risultati cui si è prefisso il piccolo imprenditore.

Solitamente infatti gli influencer riescono a raggiungere una buona cerchia di utenti grazie alla folla di seguaci che già hanno sui vari social.

Gli strumenti Google di web marketing

Solitamente il mercato costituisce già un ottimo indice su cui fare affidamento per sapere come muoversi in un determinato settore. Ma da solo non basta. Per poter monitorare efficacemente la propria attività di web marketing e capire eventuali correzioni da apportare, ci si può affidare a servizi gratuiti quali Google Analytics , che permette di misurare le attività messe in atto in relazione al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Si tratta infatti di un tool che fornisce dati concreti circa le visite ottenute, la zona geografica delle visualizzazioni, il tempo trascorso dall’ utente sul sito. Permette dunque in sostanza di capire se il sito web sta avendo successo online o se la strategia di marketing necessiterebbe una revisione. Un altro strumento valido è poi Google Adwords, che, a differenza di Google Analytics, mira a favorire l’indicizzazione di un sito su internet, mostrando le parole chiave maggiormente ricercate nei motori di ricerca.

Ma principalmente si tratta di un tool che permette di immettere spazi pubblicitari all’ interno delle pagine di ricerca Google. Molte sono le aziende che si affidano a Google Ads per poter apparire nelle primissime ricerche di Google.

Questo elenco di strategie va tenuto dunque in considerazione come punto di riferimento. Spetta poi al web marketer individuare la/le strategia/e vincente/i per conseguire il miglior risultato imprenditoriale.