PINTEREST: UN SOCIAL SEMPRE PIÙ E-COMMERCE

pinterest

Pensi di conoscere già tutto sui social e di come sfruttarli per un’attività di e-commerce? Saperli usare nel quotidiano o utilizzarne le funzioni basilari, potrebbe non essere sufficiente se si vuole accrescere la propria attività di vendita online. Il caso tipico è quello di Pinterest, un social in crescita e dall’apparente aspetto di un semplice catalogo di interessi. Non lasciamoci ingannare però, perché è molto di più. E forse è il caso di esplorarlo nel dettaglio, per capire di quante potenzialità dispone che potrebbero apportare vantaggi al nostro e-commerce.

Cos’è Pinterest

Vediamo innanzitutto di capire che tipo di social network è Pinterest. Di certo, ciò che balza all’occhio, è la sua impronta visuale. Le immagini sono l’elemento dominante, come Instagram. Eppure si differenzia da quest’ultimo. Qui non valgono i like, ma sono i pin che denotano interesse o gradimento per una determinata foto. E “pinnare” in questo caso è sinonimo di “condividere”. Inoltre è possibile creare bacheche, raggruppando al loro interno immagini di prodotti simili ad esempio.   Pinterest comunque non va visto solo come un semplice catalogo di immagini, ma va trasformato in un un racconto se si fa e-commerce. Questo social può essere infatti un importante alleato per la vendita dei propri prodotti, per l’interesse nei confronti del proprio brand e, in generale, per le strategie di marketing. Non fermiamoci dunque ai più noti social network se vogliamo dare visibilità alla nostra azienda. Affidiamoci anche a Pinterest e cerchiamo di utilizzarlo al meglio, facendone una sorta di vetrina in cui esporre ciò che abbiamo da offrire.

Pinterest Business

Magari hai già un account su Pinterest e temi di doverti iscrivere di nuovo per poter entrare nel mondo “Pinterest Business”. Nessuna paura invece. Se sei già registrato puoi tranquillamente trasformare il tuo profilo in Business, senza cominciare da zero. Se invece non sei ancora iscritto, è ovvio che ti tocca inserire tutti i tuoi dati come ad ogni registrazione. Il tutto avviene comunque in pochi semplici passaggi. Ciò che non va dimenticato è poi l’inserimento di una breve descrizione della propria azienda e il link che reindirizzi direttamente al sito web della propria attività di e-commerce. Viceversa, anche sul proprio sito web è bene introdurre un widget che conduca al profilo Pinterest. Pinterest Business rappresenta lo strumento ideale per chi gestisce un’azienda online.

Pinterest e le principali strategie di marketing

Passiamo ora all’obiettivo principale: aumentare traffico e incrementare le vendite. Come raggiungere questo scopo con Pinterest? Come sempre dobbiamo adottare le opportune strategie di marketing. Il primo punto su cui focalizzarci è la qualità delle foto. Le immagini infatti dovranno essere tali da convincere all’acquisto. Sono dunque fondamentali la luce e i colori, che devono mettere in risalto ciò che intendiamo vendere. Può essere utile anche giocare con la creatività, realizzando collage di immagini e pin multipli che usino colori che si fondano bene tra di loro. Un altro punto fondamentale consiste nello “spingere” i propri followers (o “pinners”) all’acquisto. E per fare ciò, lo strumento del pin è molto utile. La condivisione infatti aumenta la visibilità e, di conseguenza, le possibilità di acquisto. Il pin deve essere dunque ben visibile e facile da cliccare. Non dimentichiamoci poi di aggiungere una descrizione. Una buona pubblicità si fonda sí sull’immagine curata, ma anche sulla descrizione delle caratteristiche di un determinato prodotto, arricchita di testi accattivanti. Un’ottima strategia è inoltre la costanza della condivisione. Essere attivi, aggiornando ogni giorno le proprie bacheche, attirerà sicuramente l’attenzione dei papabili clienti, che vorranno conoscere a fondo il brand.

Come sfruttare ulteriormente Pinterest

Manca altro che dobbiamo sapere? Sí. Pinterest può essere sfruttato ancora di più. Intanto è fondamentale mantenere un contatto coi propri followers, interagendo con gli stessi e rispondendo in maniera sufficientemente tempestiva ai loro eventuali quesiti. Già in questo modo si instaura un rapporto di fiducia tra azienda e pubblico, importante per stimolare la decisione di acquisto. Inoltre Pinterest ha un’importante funzione: Pinterest Analytics. Si tratta di uno strumento che il social mette a disposizione delle aziende per indagare gli interessi della clientela e pubblicare, sulla base dell’analisi effettuata, i contenuti che funzionano meglio.

Lasciamoci dunque travolgere dal mondo Pinterest. Un’impresa online non può permettersi di lasciare nulla al caso. Deve saper affermarsi sul mercato sfruttando ogni mezzo a sua disposizione. E se, a maggior ragione, Pinterest sta diventando sempre più e-commerce, perché non servircene?