OTTIMIZZARE UN E-COMMERCE: COSA E COME MIGLIORARE PER AUMENTARE LE VENDITE

ottimizzare un ecommerce

Chi si è apprestato da poco al mondo dell’e-commerce si sarà accorto di quanto lavoro ci sia dietro prima di raggiungere determinati obiettivi. E l’obiettivo primario si sa, è monetizzare il più possibile, puntando all’ aumento delle vendite. Per fare ciò però occorre capire quali strategie mettere in atto, senza sperare comunque di ottenere i risultati nel breve termine. Fare e-commerce in maniera produttiva significa puntare sul lungo termine. Vediamo dunque quali consigli seguire per un e-commerce di successo.

Il posizionamento SEO

Cominciamo col prendere in considerazione il fattore del traffico. L’attività di e-commerce fonda il suo business sul proprio sito. È infatti su questo che si deve essere in grado di portare traffico. E solo come diretta conseguenza di ciò conseguiranno i profitti. Ma come aumentare le visite al sito e-commerce? Dobbiamo puntare tutto sulla SEO, e quindi sull’ indicizzazione ottimale sui motori di ricerca. Le pagine quindi che compongono il sito devo essere scritte con testi “SEO oriented”. Occorre dunque concentrarci sulla parola chiave e inserirla nel tag title, nelle descrizioni delle immagini e nei sottotitoli H1 e H2. In questa maniera il sito sarà facilmente raggiungibile dagli utenti tramite i vari motori di ricerca. Possiamo anche avvalerci di Google Adwords per capire quali parole chiave sono maggiormente ricercate dai naviganti.

ottimizzare un ecommerce

La Home Page

Se la SEO permette di essere trovati con facilità, non dobbiamo comunque trascurare la struttura del nostro sito. A partire dalla Home Page. Quest’ultima infatti costituisce una sorta di biglietto da visita dell’impresa che intende vendere determinati prodotti. Va dunque pensata ed organizzata con criterio. L’ideale è adottare una struttura gerarchica in modo che ciascun utente vi possa navigare con semplicità e chiarezza, e soprattutto in modo che i prodotti siano a portata di click.

Le immagini

Ad assumere particolare importanza sono poi le immagini. Se vogliamo avere maggiori probabilità di vendita, ogni dettaglio va studiato nei particolari. Dunque dobbiamo lavorare anche all’inserimento di più foto possibili dei prodotti offerti, cosicché l’eventuale acquirente si renda conto di cosa stia per acquistare e ne abbia una visione a 360 gradi. Attenzione anche all’inserimento della specifica didascalia per ogni immagine, contenente la parola chiave di riferimento.

I mezzi di promozione

Una buona garanzia di aumento delle vendite sta dietro alla capacità di farsi pubblicità nel miglior modo. A quali mezzi dunque affidarsi per promuovere la nostra attività? Sicuramente i social network rivestono una rilevanza di non poco conto. Pubblicizzare il proprio e-commerce o le specifiche schede prodotto su Facebook nonché Google +, Instagram e Pinterest può essere di grande aiuto, permettendo di aumentare la visibilità del brand. E perché non avvalersi anche di Youtube? Anche questo può essere un valido mezzo di promozione, realizzando brevi video dei prodotti. La promozione può passare inoltre tramite la newsletter. Basta infatti inviare periodicamente un’email agli utenti registrati per tenerli aggiornati sulle novità e sulle promozioni. Già questa accortezza potrebbe suscitare interesse e propensione acquisto.

Espandere gli orizzonti

Migliorare il proprio e-commerce significa anche ampliare i propri orizzonti. Se vogliamo infatti puntare davvero in alto non fermiamoci ai confini nazionali. Ovviamente dipende dal prodotto offerto e dal Paese dove può far presa quella determinata categoria. Può essere comunque utile tradurre il proprio sito in più lingue, in modo che possa attirare anche utenti da diverse parti del mondo. Chissà che le vendite avvengano anche al di fuori dell’Italia.

Si tratta di consigli che possono permettere di migliorare e aumentare i profitti del proprio e-commerce. E possiamo monitorare gli eventuali progressi facendo sempre affidamento a strumenti di analisi come Google Analytics, per capire dove è il caso di intervenire.