CONTENT MARKETING: LA STRATEGIA FONDAMENTALE PER LA TUA ATTIVITÀ

cos-e-il-content-marketing

Creare un account aziendale o un blog aziendale spesso può risultare non sufficiente. Una delle soluzioni più efficaci per accrescere la reputazione di un’azienda che si occupa di e-commerce è fare affidamento sul content marketing. Ma cosa significa fare content marketing?

L’importanza dei contenuti

Partiamo da una frase coniata da Bill Gates nel 1996: “Content is King”. Tradotto alla lettera significa che “il contenuto è Re”. In buona sostanza con questa affermazione si è voluto sottolineare l’importanza che assumono i contenuti: proporre contenuti di qualità non può che sortire vantaggi. Un’impresa capace di diffondere contenuti autorevoli, potrà dunque beneficiarne non solo in termini di visibilità ma anche e soprattutto per quanto riguarda le vendite. Ma, per poter proporre buoni contenuti occorre sempre tenere ben presente le richieste e i bisogni dei potenziali clienti.

È sempre intorno a loro che si fonda il successo di un marchio. Soddisfacendoli si potrà instaurare una relazione di fiducia tra il cliente e la realtà aziendale. Il ragionamento di fondo è infatti facilmente intuibile: se il pubblico è attratto dai contenuti forniti, sarà più predisposto a voler ricevere informazioni di aggiornamento e approfondimento sui prodotti e servizi offerti da quella determinata azienda. E saranno anche loro stessi a voler approfondire la ricerca, mostrando maggiore interesse nei confronti di quel sito web, e di conseguenza verso quello specifico brand. Il passo dunque verso l’acquisto sarà breve in questo modo.

Da dove iniziare a fare content marketing

Nel content marketing i contenuti hanno un ruolo predominante. Fare content marketing infatti significa creare e condividere contenuti testuali e visuali intorno ad un marchio, oppure ad un prodotto o servizio. Si tratta dunque di contenuti sotto forma di articoli, video, guide, seminari, webinar. Attraverso i vari tipi di contenuti il cliente viene informato e viene invogliato a visitare la pagina di un’azienda, che offre una serie di prodotti che possono essere di suo interesse. Questo è lo scopo del content marketing. Una volta capito ciò però occorre trovare la strategia più adatta per poter arrivare ad un incremento degli affari. Perché è ovvio che è questo l’obiettivo cui mira ogni attività imprenditoriale. Dunque, i migliori risultati di business possono essere raggiunti improntando un buon piano editoriale di content marketing. Ed è proprio questo il punto di partenza.

La pianificazione

La pianificazione strategica si deve innanzitutto fondare su una sorta di schema mentale in cui ogni attività è organizzata e programmata quotidianamente. Il Content marketing va sviluppato sul medio e lungo termine con una precisa strategia, secondo cui, giorno per giorno, si ha già ben chiara quale azione mettere in atto per raggiungere il successo. Occorre quindi stabilire preliminarmente ad esempio quali argomenti trattare, le keywords e i link di approfondimento. Insomma, serve quello che possiamo definire il calendario editoriale, stabilendo cosa pubblicare e in quale occasione farlo, ripubblicare eventualmente stessi contenuti di un certo rilievo, attirare l’attenzione con notizie improvvise. Pianificare ogni passaggio è senz’altro di per sé un’ottima strategia.

Le strategie da attuare

Dopo aver posto le basi del content marketing possiamo cominciare ad analizzare le più efficaci strategie da mettere in atto. Dietro al content marketing, come si può intuire, c’è un importante lavoro di studio, analisi e monitoraggio. Ed è proprio questo insieme di attività a portare alla giusta strategia. Tanti fattori vanno infatti presi in considerazione per poter arrivare allo scopo prefissato. Vediamo allora i più significativi passi strategici da compiere.

Il target

Un’attività di content marketing, per essere strategica, non può prescindere dal pubblico che si vuole raggiungere. Il target di riferimento assume infatti particolare importanza, perché è proprio intorno agli interessi e ai bisogni degli utenti che deve incentrarsi un’attività imprenditoriale. Parliamo dunque della figura del cliente tipo. Il pubblico non può essere scelto a caso e le strategie di marketing quindi devono essere personalizzare e ben mirate. Inoltre, quando si parla di target di riferimento, non si deve solo rivolgere l’attenzione a quelli che potranno essere futuri clienti, ma anche al mercato, relativamente al settore d’interesse.

I mezzi di diffusione

Dopo aver individuato l’utenza cui rivolgersi, occorre già pianificare a quali canali far affidamento per diffondere i vari contenuti e coinvolgere la clientela. I social network sicuramente ricoprono in questo senso un ruolo centrale, riuscendo a comprendere e ad arrivare a una vastità di pubblico dagli svariati interessi. Oltre al fatto che i social rappresentano ormai il più facile mezzo di condivisione e diffusione di qualsiasi contenuto. Andrà quindi dedicato del tempo anche alla promozione sulle varie piattaforme del mondo social, per aumentare la visibilità, la reputazione e la riconoscibilità del proprio prodotto o, più in generale, della propria azienda.

Gli obiettivi

Cosa ci si aspetta da una determinata attività? Quali sono gli obiettivi a cui si vuole puntare? Queste sono le domande che deve necessariamente porsi chi fa e-commerce e chi si affida al content marketing. Gli obiettivi di business vanno fissati con precisione per poter trovare i contenuti giusti da improntare. Possono essere obiettivi relativi alle visualizzazioni della propria pagina web aziendale, cosí come obiettivi di vendite entro un certo periodo dell’anno. Purché gli obiettivi siano fissati preliminarmente.

L’esclusività

Un altro elemento su cui puntare nel nostro piano strategico è l’esclusività dei contenuti. L’audience deve quindi trovarsi di fronte a contenuti che non potrebbe reperire altrove. Deve quindi trattarsi di contenuti che sappiano coinvolgere l’utenza. Per fare un esempio, pensiamo a contenuti di approfondimento in modalità webinar.

Gli strumenti di analisi

Se abbiamo sferrato una strategia fatta di tutti gli elementi finora descritti siamo già a buon punto. Ciò che però va fatto di continuo è monitorare i risultati che quotidianamente vengono raggiunti. Sono utili in questo caso tutti quegli strumenti di analytics con cui misurare l’andamento del piano strategico adottato. Questi serviranno a verificare cosa procede bene, cosa si è sbagliato e cosa migliorare.

Utilizzare le strategie indicate e controllare costantemente il raggiungimento degli obiettivi permetterà di sfruttare al meglio il content marketing.