10 CONSIGLI PER OTTIMIZZARE LE PAGINE PRODOTTO DI UN E-COMMERCE

Indicizzazione motori di ricerca

Chi decide di avviare un e-commerce saprà già quanto conti affinare la pagina prodotto e quanto, questo possa giovare alla sua crescita, in termini di visite e di click . Le conseguenti vendite ne saranno la dimostrazione. Occorre dunque cercare di strutturare al meglio le pagine degli articoli, perché è proprio da queste che dipenderà il successo o l’insuccesso del nostro business. Vediamo allora di seguito alcuni consigli di ottimizzazione.

Pagina prodotto ben strutturata

Il punto di partenza deve essere proprio la struttura della pagina prodotto. A fare la differenza e ad attirare maggiori visite, sarà una pagina dal design curato, dal veloce caricamento e caratterizzata dall’immediatezza ed originalità nella presentazione dell’offerta. Se poi i prodotti sono svariati, fondamentale è la loro classificazione in categorie ed eventuali sottocategorie. Questo per permettere al visitatore di turno di orientarsi al meglio all’interno della pagina, trovando facilmente ciò che è di suo interesse. La struttura della pagina deve infatti favorire una navigazione intuitiva, anche per garantire una migliore indicizzazione nei motori di ricerca.

Indicizzazione motori di ricerca: Titolo, tag title e parola chiave

La pagina web dei prodotti che si vogliono vendere deve essere ottimizzata al massimo. Per fare ciò dobbiamo seguire alcuni importanti accorgimenti in ottica SEO. Partendo dal titolo, deve essere semplice, immediato e far capire fin da subito di cosa si tratta e cosa viene proposto. Importante è anche l’utilizzo della parola chiave, che deve comparire non solo nel titolo ma anche nel tag title. Quest’ultimo infatti non è altro che il codice HTML che specifica il titolo di una pagina web, e che dunque viene letto da Google. Attenzione quindi anche alla meta description, che è la breve descrizione che deve invogliare il pubblico ad entrare proprio in quella pagina web. La parola chiave deve comparire anche qui per far salire l’indicizzazione.

Raccontare ciò che la pagina prodotto vende

Scopo primario dell’e-commerce ovviamente è spingere quanti più utenti possibile all’acquisto. L’ipotetico acquirente però deve sapere cosa sta per comprare e, prima ancora, deve essere convinto di farlo. Proprio per questo occorre improntare la pagina prodotto ad una descrizione breve ma dettagliata, fornendo le opportune informazioni che permettano al pubblico di capire i vantaggi e le qualità di quanto venduto. Il tutto senza gonfiare esageratamente i dettagli.

Le immagini

Trattandosi di shop online e non potendo dunque toccare con mano il prodotto d’interesse, il cliente vorrà almeno poter vedere delle foto prima di decidere di acquistare. La pagina prodotto deve dunque essere arricchita con immagini che sappiano dare una descrizione d’insieme, mostrando, se possibile, il prodotto da diverse angolazioni. È fondamentale perciò che le foto siano ben nitide e chiare.

 

Le variabili

A seconda di ciò che si venda nel proprio e-commerce, esistono piccoli elementi che sarebbe bene indicare a chi sta visitando la pagina prodotto. Sono quelle variabili che potrebbero fare la differenza. Si tratta ad esempio della disponibilità dei colori, o della disponibilità della taglia (se si tratta di abiti) , nonché il prezzo e gli eventuali sconti applicati.

Il carrello

In una pagina e-commerce, sebbene possa sembrare banale, non deve mancare il pulsante del carrello, che deve essere posizionato in maniera ben visibile sul sito. Questo elemento è molto importante, perché passa proprio attraverso il carrello quell’atto che, ripetuto più e più volte, fa crescere la propria attività. Più click verranno fatti sul carrello e più acquisti saranno effettuati, maggiore sarà il successo della pagina prodotto e del proprio business. Nel carrello poi le modalità di pagamento devono essere mostrate in maniera chiara.

Le funzionalità aggiuntive

Arricchire la propria pagina prodotto non è mai sbagliato. Se dunque si volessero introdurre anche funzionalità aggiuntive, ben vengano se può servire ad apportare più visitatori. Non dimentichiamo infatti che avere molti visitatori aumenta la possibilità che si possano trasformare in clienti. Una funzionalità aggiuntiva d’effetto può essere ad esempio quella dei video. Inserire video descrittivi dei prodotti permetterebbe infatti di dare una visione a 360 gradi. Niente di più convincente! All’utente sembrerà di vedere il prodotto dal vivo e potrebbe essere più invogliato all’acquisto.

Le recensioni e il rating

L’acquisto di un certo prodotto richiede che nasca fiducia da parte del probabile cliente. Una pagina prodotto ben fatta è consigliabile dunque che abbia anche una sezione dedicata alle recensioni. In questo modo verrà reso agevole il confronto con altri precedenti acquirenti e l’affidabilità del prodotto stesso. Alle recensioni può essere affiancato anche il rating, cioè le stelline di gradimento che sintetizzano la valutazione positiva o negativa delle varie esperienze.

La condivisione

Un altro consiglio per chi dispone di una pagina prodotto è l’introduzione della funzione della condivisione. La pagina prodotto ha bisogno infatti di essere pubblicizzata il più possibile, e la condivisione è sicuramente una tattica utile alla crescita della stessa. Soprattutto se si dispone di molti contatti, i social rappresentano il mezzo principale in cui condividere. Basta un click e la pagina potrà essere condivisa su Facebook, Twitter e Google +. Ma anche le email e la condivisione tramite Whatsapp può tornare utile.

I prodotti correlati

Per concludere la carrellata di consigli, un’ultima dritta da tenere presente è l’introduzione dei prodotti correlati. Il focus centrale della pagina prodotto deve ovviamente essere il prodotto principale, ma può essere importante far comparire durante la visualizzazione, alcuni dei prodotti correlati. Questo al fine di suscitare la curiosità del pubblico. Occhio comunque a non esagerare per non annoiare l’ipotetico cliente, cosa che sarebbe controproducente. Poche correlazioni ma mirate. Senza perdere di vista il prodotto principale.