Occhio alle multe: sono in funzione i varchi elettronici della Ztl

PRATO. Entreranno in funzione oggi, mercoledì 3 giugno, i varchi elettronici nel centro storico . Dal 3 giugno al 3 luglio le eventuali multe a fronte di violazioni saranno fatte dagli agenti della Polizia municipale, che presiederanno di persona i varchi: le pattuglie controlleranno ogni accesso ed eleveranno le sanzioni alle targhe, non potendo fermare le macchine in mezzo alla strada, per non creare problemi di traffico. Le pattuglie sosteranno in posizione arretrata rispetto al varco e opereranno per tutto il mese sia di giorno che di notte. La multa è di 81 euro, con lo sconto del 30% se pagata entro 5 giorni dalla notifica.

Dalla mezzanotte di venerdì 3 luglio entreranno definitivamente in vigore le telecamere, le sanzioni saranno quindi prodotte direttamente dal sistema. L’Amministrazione comunale e la Polizia municipale si stanno adoperando per progettare un software apposito volto ad individuare coloro che ripetono in continuazione le infrazioni. L’area coperta dai varchi è quella centrale, adiacente ai monumenti, i varchi quindi, come precisato dall’assessore alla mobilità, non hanno l’obiettivo di fare multe, ma di proteggere l’area monumentale del centro storico cittadino.

I varchi, in funzione 24 ore su 24, si trovano in piazza Sant’Antonino, via Ricasoli, via Guizzelmi, via Bartolini, via San Jacopo e via dei Tintori.

Sono 7.570 i potenziali utenti della ZTL, di questi 1.350 sono residenti, 145 domiciliati, 4.800 possessori di permesso disabili, 700 i possessori di permesso della pubblica utilità (numero in diminuzione) e 261 sono i garage in area pedonale. I residenti e i titolari di attività o imprese all’interno della ZTL hanno ricevuto nelle settimane scorse delle lettere informative con tutte le spiegazioni utili in merito all’accensione dei varchi elettronici e al relativo accesso in centro storico.

L’estensione della ZTL non cambia, ma ci saranno alcune novità:

  • Il transito alle categorie 1 (residenti), 3/a (pubblica attività), 4/a (attività commerciali), 6 (garage), 8/a (hotel), 13 (medici) e 15 (domiciliati) è consentito dalle 0 alle 24.
  • Il transito alla categoria 4 (commercianti) è consentito dalle 7 alle 10 e dalle 12.30 alle 15.30.
  • Il transito alla categoria 63 (attività artigianali e commerciali) è consentito dalle 20 alle 10 e dalle 12:30 alle 15:30.
  • La sosta rimane consentita alle categorie autorizzate negli spazi e negli orari specificati dall’apposita segnaletica verticale.
  • Ciclomotori e motocicli possono transitare solo se dotati di permesso categoria 6, senza obbligo di esposizione, e devono essere parcheggiati esclusivamente in spazi privati.
  • Permesso categoria 6 (garage): per ottenerlo è necessario certificare la proprietà di uno spazio privato di parcheggio, un contratto di locazione o la dichiarazione da parte del proprietario di poterne beneficiare.
  • Permessi invalidi: ogni targa è associata ad un contrassegno, se l’invalido entra in centro utilizzando un’auto diversa, deve comunicare tempestivamente la nuova targa ad Essegiemme.

Il rilascio dei permessi è iniziato il 16 marzo ad Essegiemme. La Polizia municipale ricorda che i permessi hanno una scadenza e per essere attivi devono essere rinnovati. I permessi temporanei giornalieri rilasciati dal Comando di Polizia municipale assumeranno la denominazione “T”.

Ulteriori informazioni relative alle singole categorie di permessi sul sito del Comune di Prato, presso l’Ufficio relazioni con il Pubblico, con sede in Corso Mazzoni 1 (Numero verde – attivo solo da numero fisso; orari: lunedì e giovedì 9 – 13 e 15 – 17; martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13) e presso Essegiemme S.P.A., via Paronese 106 (telefono ufficio

rilascio permessi , fax 0574 708271. Orario d’ufficio: lunedì-sabato dalle 8.30 alle 12.30; il lunedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17).
Google Alert – prato
prato