Share

Le app generano quasi il 50% delle transazioni da mobile nell’ecommerce

Criteo (NASDAQ: CRTO) ha pubblicato la nuova edizione del report State of Mobile Commerce, aggiornata al secondo trimestre del 2015. Lo studio rivela che le app generano oggi quasi il 50% delle transazioni da mobile per alcuni dei principali protagonisti dell’eCommerce: infatti coloro che hanno fatto della loro esperienza su app una priorità

possono vantare tassi di conversione molto più elevati rispetto a mobile browser o desktop. Inoltre, il report evidenzia come il 40% delle transazioni eCommerce implica oggi l’utilizzo di più di un dispositivo in quanto smartphone, desktop e tablet sono utilizzati in una varietà di combinazioni  per condurre ricerche e prendere decisioni d’acquisto.

“Il percorso di acquisto dei clienti è diventato sempre più complesso in quanto i consumatori non usano più un unico device per fare i loro acquisti”, ha dichiarato Jonathan Wolf, Chief Product Officer di Criteo. “Creare un’esperienza coinvolgente tramite app e entrare in contatto con i consumatori tramite più dispositivi contemporaneamente sono elementi fondamentali per generare vendite in questo nuovo mondo.”

I risultati del report si basano sulle analisi realizzate da Criteo esaminando i dati sulle singole transazioni di 1.4 miliardi di individui relativi a più di 160 miliardi di dollari di vendite a livello globale. Dal report emergono i seguenti punti chiave: Il mobile è un colosso. Le transazioni da mobile negli Stati Uniti rappresentano ormai oltre il 30% di tutte le transazioni eCommerce e si prevede raggiungano il 33% entro la fine dell’anno negli Stati Uniti e il 40% a livello globale. A guidare la carica sono i settori della moda, dei beni di lusso e del travel, dove un’operazione su tre avviene oggi tramite dispositivi mobile. La percentuale delle transazioni eCommerce da mobile in Italia supera il 27%: nel secondo trimestre la crescita si registra in tutte le categorie merceologiche. In prima posizione il settore dell’arredamento e articoli per la casa con più del 34% di transazioni, seguito dal 32,8% di GDO & Retail, il 29,80% del fashion & luxury e il 28,32% per il settore degli articoli sportivi.

In Italia lo smartphone trionfa. In Italia il 57% delle transazioni in mobilità avviene tramite smartphone. Grazie a schermi di dimensioni maggiori, il livello di propensione all’acquisto dei consumatori cresce esponenzialmente. Ottimizzare o fallire: i siti ottimizzati per il mobile registrano un tasso di conversione del 3,4%, più del doppio di quello dei siti non ottimizzati, dove solo l’1,6% dei consumatori converte.

“L’adozione del mobile da parte dei consumatori continua ad essere il trend più significativo sia nell’eCommerce che nell’advertising e il ritmo di crescita si conferma sorprendente”, ha aggiunto Wolf. “La capacità dei marketers di sfruttare le nuove tecnologie per identificare con precisione i consumatori e raggiungerli ovunque essi si trovino sta diventando il fattore di successo in un mondo in cui la maggior parte delle operazioni si svolgeranno sempre di più su dispositivi multipli.”

 

 

Google Alert – ecommerce
ecommerce