Netc2

La salute e la stagionalità dell’e-commerce italiano

La quinta rilevazione trimestrale condotta tra gennaio e marzo dal titolo “eCommerce Index – Evoluzione degli acquisti degli italiani”, promossa da Netcomm con il supporto di Human Highway certifica la salute e la stagionalità dell’e-commerce italiano.

Quasi 17 milioni di italiani hanno effettuato almeno un acquisto online nell’ultimo trimestre, ben il 55,1% degli italiani che accedono a Internet in Italia, qualsiasi sia il luogo o il device utilizzato. Sono 11 milioni, invece, gli italiani che, di acquisti online nell’ultimo trimestre, ne hanno fatti almeno 3. Come varia la stagione, però, cambiano anche le categorie merceologiche su cui cadono le scelte d’acquisto online. Infatti, per la bella stagione, gli utenti sembrano prediligere prodotti riguardanti perlopiù il tempo libero .

Volendo procedere stilando una classifica: i libri svettano negli acquisti con il 15,4%, seguiti dai biglietti di viaggio con il 13,1%, per finire con i  capi di abbigliamento che chiudono il podio con il 12,5% degli acquisti. La stagionalità dell’e-commerce italiano, quindi, è certificata dal confronto con gli acquisti registrati sotto Natale, quando invece primeggiava la categoria di PC e Tablet con il 16,1% sul totale degli acquisti online, seguivano con il 12,9% la categoria degli smartphone e infine terzi si posizionavano gli elettrodomestici con il 12,1%.

Si conferma la tendenza per cui molti acquisti vengono effettuati nei punti vendita tradizionali, ma- secondo Roberto Liscia, Presidente di Netcomm– un ruolo fondamentale prima di comprare un bene o servizio è rivestito dalla possibilità di prendere informazioni sulla rete. Sono sempre di più i consumatori che prima di procedere all’acquisto nel punto vendita fisico effettuano una ricerca online. Infatti per alcune categorie di prodotto, si è manifestata la preferenza da parte degli utenti di informarsi sul sito web di riferimento prima di recarsi in store o effetturare l’acquisto. In questo ambito le attrezzature sportive fanno da apripista con il 9.6%, ancora una volta al secondo posto risiedono i biglietti di viaggio con il 9,4% degli acquisti per finire poi con ricambi per auto e moto  con il 7,4%.

I dati emersi dalla rilevazione periodica promossa da Netcomm rivelano come gli italiani siano sempre più propensi all’acquisto online, al punto che solo il 5,7% degli utenti ripone poca fiducia nei pagamenti su internet. “L’acquisto online continua ad essere per chi compra un’esperienza convincente” – afferma Roberto Liscia. Siamo testimoni di una evidenza lampante: il digitale si conferma il vero asset con cui tutti gli operatori devono fare i conti se vogliono competere con successo per soddisfare le esigenze del nuovo Superconsumatore.”

Inoltre nel 2014 si è registrato, rispetto al 2013, un incremento delle consegne a domicilio a testimonianza della consapevolezza dei benefici arrecati dall’acquisto effettuato sul web. Chi in precedenza già adottava il metodo dell’acquisto sul web ora continua a farlo e diversifica anche la spesa. Lo shopping online, per gli internauti più soddisfatti, si estende per numerose tipologie merceologiche. Il grado di soddisfazione poi viene trasmesso attraverso i social network come Facebook e Twitter che fungono da catalizzatori per il passaparola di una buona esperienza d’acquisto.

La salute e la stagionalità dell'e-commerce italiano

Tra i 16,9 milioni di acquirenti online degli ultimi tre mesi si rileva che uno su dieci, ad aprile 2015, ha effettuato un acquisto tramite mobile e che la quota di acquisti da Smartphone cresce del 67% rispetto all’anno scorso. Rilevante in proposito è l’aumento delle transazioni effettuate da smartphone attraverso le App, piuttosto che via web. A quanto pare gli utenti di internet e gli acquirenti prediligono nuove metodologie di shopping a distanza. Per quanto riguarda la quota di acquisti da Tablet invece, si registrano tassi di crescita inferiori rispetto agli Smartphone: solo del 28% rispetto all’anno scorso.

La salute e la stagionalità dell'e-commerce italiano

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Google Alert – ecommerce
ecommerce