Image

Forza Italia: “Cenni ha tradito i suoi elettori”

I candidati di Forza Italia col... I candidati di Forza Italia col presidente nazionale Brunetta

PRATO. Forza Italia, con i cinque candidati candidati al consiglio regionale Giorgio Silli, Erica Mazzetti, Simone Spezzano, Rossella Benedetti e Mirko Lafranceschina, interviene sull’ approvazione del bilancio da parte del consiglio comunale , avvenuta giovedì 14, stigmatizzando la decisione dell’ex sindaco Roberto Cenni di votare a favore, schierandosi quindi con la maggioranza Pd. “Siamo francamente allibiti da quanto avvenuto durante il consiglio comunale di ieri – scrivono Silli e gli altri – Il bilancio, checché se ne dica, è l’atto politico piu’ importante da parte di chi governa, serve di fatto a decidere che cosa la giunta ha fatto o farà dei soldi pubblici, ed è quanto di più politicizzato possa esserci nell’amministrazione della cosa pubblica. Votare a favore significa condividere intimamente le scelte politiche di chi lo costruisce”.

“L’ex sindaco Cenni – prosegue Forza Italia – candidato nella lista Passione Toscana alleato con il nuovo centrodestra ha votato il bilancio della giunta Biffoni insieme al Pd. Francamente, dopo le battaglie combattute dal nostro partito in questi anni per Cenni, vogliamo sperare che sia stato un errore da parte sua. Qualora invece vi fosse stata la consapevolezza di votare con il Pd e per il Pd,questo rischierebbe di essere assimilato dai cittadini che lo hanno votato come un tradimento. Rischierebbe di far passare Cenni né più e né meno come i suoi alleati di Ncd: una stampella del Pd”.

“Passerebbe da aspirante capo dell’opposizione a votante a pro della maggioranza. No, non vogliamo credere che sia un voto dato in piena coscienza, tanto è che 2 dei 4 componenti il gruppo Prato con Cenni non hanno votato nello stesso modo. Di fatto si sarebbe passata quella linea di demarcazione fra opposizione e maggioranza, di fatto sarebbero stati offesi tutti quei cittadini che vedevano in lui una opposizione alla giunta Biffoni e al Pd pratese e toscano. Forza Italia avrà anche i suoi difetti….ma è sempre stata Forza Italia ed è sempre stata orgogliosamente all’opposizione della sinistra in questa città”.

“Speriamo di sbagliarci – conclude Forza Italia – e per questo vorremmo leggere un comunicato di smentita sia di Cenni che della segreteria del Ncd dove prendono le distanze da Biffoni e da tutto il Pd in maniera organica, armoniosa fra loro e su tutti gli argomenti oggetti del dibattito politico di questa campagna. Gli elettori pensino bene a chi votare fra 3 settimane”.

Dal canto suo Roberto Cenni ha sì inviato un comunicato, ma per confermare e rafforzare la sua scelta di votare a favore del bilancio. “Ritorno brevemente e per maggior chiarezza sull’approvazione del bilancio che c’è stata ieri in consiglio comunale – scrive – Il bilancio del 2014 è praticamente originato da quello della giunta da me guidata che non fu approvato poco prima delle amministrative dello scorso anno (strumento che ha comunque permesso il funzionamento della macchina amministrativa comunale, anche se in via previsionale, per tre quarti del 2014) e che fu poi successivamente approvato a settembre dalla giunta Biffoni, con l’unica e sostanziale differenza di una maggiore tassazione a carico dei cittadini pratesi, paventando lo spauracchio di un fantomatico buco di bilancio”.

I banchi dell'opposizione in consiglio comunale

Contrari Forza Italia, Cinquestelle e Pls, fa discutere il sì dell’ex sindaco e dell’ex assessore Mondanelli. Le opposizioni spiegano il loro no

“Ebbene il consuntivo approvato ieri non solo ha dimostrato l’inesistenza di tale ammanco, e non mi vengano a dire i colleghi consiglieri del Pd che da settembre a dicembre 2014 hanno risanato il bilancio perché è una fandonia tanto grossa che nemmeno loro ci credono, ma ha portato nelle casse comunali un “tesoretto” di 6 milioni di euro, frutto solo ed esclusivamente della tassazione ai massimi che ha affondato le mani nelle tasche dei pratesi – prosegue Cenni – Nella discussione in consiglio ho ottenuto che questi fondi siano utilizzati quest’anno ed in quello a venire per ridurre le tasse e produrre investimenti sul territorio, in ambito sociale, culturale e soprattutto per la sicurezza dei cittadini”.

“Votare contro il bilancio, che vi ricordo è in tutto e per tutto quello della mia giunta, avrebbe lasciato campo libero a Biffoni ed ai suoi assessori di utilizzare i soldi ingiustamente prelevati ai pratesi per chissà che cosa o addirittura per “il nulla” tenendoli nelle casse comunali – conclude Cenni – Qualcuno ha preferito fare così ed a prescindere per posizione politica, io ho preferito obbligare la maggioranza a produrre benefici diretti per Prato ed i pratesi. Mi sgomenta che una posizione assunta in favore dei miei concittadini venga stigmatizzata come negativa per semplice polemica politica, invece di considerarla, come effettivamente è, costruttiva e positiva”.

Google Alert – prato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *