Penguin 4 0 Mozcast

Fluttuazioni nell'algoritmo di Google e Semalt si azzera

Come in molti sulla rete ci siamo resi conto che alla fine della scorsa settimana, all’incirca a partire dall’8 gennaio, vi sono state grosse fluttuazioni nell’algoritmo di Google.

I dati ci sono stati forniti dai diversi tool per monitorare l’andamento dei diversi bot del motore di ricerca e alcuni dei più autorevoli SEO al mondo, ricevendo conferma da John Mueller e Gary Illyes, imputano questa “tempesta algoritmica” nel passaggio di una possibile nuova versione di Penguin, definita 4.0, l’algoritmo di Google dedicato all’analisi dei siti per comprendere se utilizzano link considerabili come spam e penalizzarli nel posizionamento del noto Search Engine all’aggiornamento del Core Ranking di Google ai fini del miglioramento della qualità dello strumento.

Per comprendere meglio queste fluttuazioni nella “Forza” di Google vi lascio a seguire alcuni screenshot dei diversi strumenti.

Mozcast

penguin 4.0 mozcast

Algoroo

penguin 4.0 algoroo

L’azzeramento dei dati di Semalt

In particolare vogliamo segnalare come Semalt, un tool per l’analisi del posizionamento di un sito web in funzione di determinate parole chiave, abbia accusato pesantemente il passaggio dell’algoritmo, resettando i dati forniti, come da questo grafico, relativo all’andamento di un sito che monitoriamo.

fluttuazioni algoritmiche semalt azzerato

Come potete vedere tra il 9 e il 10 gennaio il grafico ha valori pari a zero, nei giorni a seguire il tool ha poi ripreso a funzionare in maniera regolare.

Google Alert – posizionamento google
posizionamento google