Da Polonia a Firenze per aggredire ultrà

Supporter Wroclav in città per regolamento conti Siviglia

(ANSA) – FIRENZE, 15 MAG – Tre polacchi, età tra i 22 e i 30 anni, sono stati denunciati ieri dalla polizia che li ha bloccati vicino a un’area di servizio autostradale nei pressi di Firenze, nell’ambito dei servizi di controllo per il match di Europa League Fiorentina-Siviglia. Nella loro auto trovati una mazza di legno, una passamontagna, un fumogeno e alcune dosi di cocaina. Per gli investigatori si tratterebbe di tifosi del club polacco Slask Wroclav, a Firenze per un regolamento di conti con i tifosi spagnoli. Nel 2013, a Siviglia, al termine di una gara valida per i preliminari di Europa League, un gruppo di ultrà spagnoli aggredì i tifosi ospiti, riuscendo a portare via ai polacchi tre striscioni.

Secondo quanto emerso, i tre denunciati farebbero parte di un gruppo più numeroso di tifosi polacchi arrivati nel capoluogo toscano prima della gara di Europa League. Sempre ieri infatti, nei pressi dell’area di
servizio, la polizia ha sequestrato mazze ferrate e un’ascia, nascoste dietro ad un cespuglio. L’ipotesi degli investigatori è che gli oggetti fossero stati nascosti dai tifosi per poi tornare a prenderli in un secondo momento. Come riferito da alcuni testimoni, il cui racconto è stato confermato dalle immagini delle telecamere di sorveglianza, ieri nell’area di servizio autostradale si sarebbero fermate quattro auto con targa polacca, su una della quali viaggiavano i tre denunciati. Le altre vetture non sono state rintracciate. Stando ad alcune testimonianze, gli occupanti sarebbero stati visti caricare dei sassi sulle vetture.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA