Bing Mobile Ranking 100585321 Primary.idge

Bing si aggiunge a Google nel favorire i siti mobile-firendly

Facebook

Twitter

Microsoft è alle prese con la modifica degli algoritmi di Bing per ordinare i risultati di ricerca da dispositivi mobile, mettendo in risalto quei siti mobile-friendly che offrono una miglior esperienza di utilizzo da smartphone e tablet.

Questi cambiamenti, annunciati ieri dal colosso di Redmond, arrivano meno di un mese dopo l’operazione molto simile svolta da Google con lo stesso obiettivo. È chiaro insomma come entrambi puntino ad attrarre più utenti fornendo un’esperienza di ricerca migliore in ambito mobile, la cui importanza quando si parla di navigazione sul web ha ormai assunto una posizione di assoluta priorità.

Microsoft ha aggiunto che questi cambiamenti agli algoritmi di Bing saranno messi in pratica nei prossimi mesi e che i siti ottimizzati per i display più piccoli saranno segnalati con il nuovo tag “mobile friendly”. Ricordiamo che lo scorso anno, stando alle cifre raccolte da StatCounter, Bing ha rappresentato negli USA circa il 6% del mercato delle ricerche web da dispositivi mobile contro l’83% di Google.

Questa nuova politica di Microsoft non significa però che su Bing i siti ottimizzati per il mobile avranno necessariamente e automaticamente una posizione migliore nei risultati. Una portavoce di Redmond ha infatti specificato che anche dopo le modifiche agli algoritmi potremo vedere tra le prime posizioni dei risultati di una ricerca i siti più significativi e importanti, anche se questi non saranno considerati come mobile-friendly.

Rimane però indubbia l’utilità di ottimizzare i siti per smartphone e tablet e, su questo versante, Microsoft terrà conto di alcuni parametri fondamentali. Tra questi segnaliamo i siti con elementi di navigazione di una certa dimensione e quelli che non richiedono molto zoom o scrolling laterale. Bing favorirà inoltre anche quei siti con contenuti compatibili con i dispositivi mobile. Questo significa ad esempio che pagine con contenuti in Flash (poco digerite dai dispositivi iOS) potrebbero finire in secondo piano nei risultati delle ricerche.

Infine Microsoft ha anche sviluppato uno strumento per aiutare i webmaster a migliorare l’ottimizzazione mobile dei loro siti che sarà disponibile nelle prossime settimane.

Iscriviti alla newsletter

Non perderti le notizie IT più importanti per il tuo business. Registrati per ricevere la nostra newsletter settimanale.

Google Alert – mobile friendly

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *